venerdì 2 dicembre 2016

Tre amori per un solo blog

Il mio angolo sempre uguale nasce per amore.
Amore per la memoria innanzitutto. Da qui il bisogno di tenere tutto con me, i cimeli sulla scrivania, le lettere nei cassetti, i vecchi messaggi sul telefono. Amo tutto ciò che sta prima e temo tutto ciò che sta dopo. Ecco perché fuggo dal cambiamento come da una malattia. E tuttavia non si può restare fermi senza restare travolti, ecco perché vado avanti, ma solo dopo essermi assicurata che ogni pezzo vissuto venga via con me. In "Appunti di un diario virtuale condiviso" troverete alcuni dei miei ricordi più belli. 
Amore per la lettura. Questo, miei cari lettori, è stato il mio primo vero amore. Non ricordo epoca della mia vita lontana dai libri. Quando non riuscivo ancora a leggere, era papà a farlo per me, durante le sere d'estate. Fu allora che presagii l'arcano mistero per cui piccoli segni l'uno accanto all'altro sprigionano magia. Ne "L'angolo della lettura" e "Recensioni" troverete le mie esperienze di lettura più importanti (dalla nascita di questo blog).
Amore per la scrittura. Credo che anche questo sia un vecchio amore, ma solo di recente ho preso a coltivarlo. Si scrive per tanti motivi, e adesso credo di aver capito quello per cui mi sento di farlo io: mettere un segno accanto all'altro rappresenta l'unico modo per sentirmi padrona di un piccolo mondo tutto mio. Ne "L'angolo della fantasia" ci sarà spazio per delle piccole creazioni ancora in divenire. 


Ora veniamo al titolo di questo blog; diciamo che esso ha a che fare con tutti e tre questi amori, ma è con l'ultimo che voglio presentarvelo. 


«[…] Signor Mario posso chiederle una cosa?». 
«Dimmi». 
«Carla è andata via per sempre, vero?». 
Dalla sua espressione desolata ebbi la conferma del mio timore. 
«Eh, speriamo di no. Qui si sta bene; la gente torna sempre. Tu non sei forse tornata dopo la prima volta?». 
«Sì». 
«Sai perché abbiamo dato questo nome alla mia trattoria? Qui la gente viene quando si stanca di stare al centro del mondo e ha bisogno di un angolo sempre uguale in cui tornare ogni volta diverso». 
«Ma sì, magari torna, anche se diversa. Buona notte».

(Tratto da uno dei mondi tutti miei che sta lentamente prendendo forma).

Non mi resta che darvi il benvenuto, miei cari lettori :-)
Sentitevi liberi di lasciare un commento; mi farà piacere confrontarmi con voi:-)
Buona lettura!

Posta un commento