Passa ai contenuti principali

Post

Post in evidenza

Il mio angolo

«Signor Mario, posso chiederle una cosa?».
«Dimmi».
«Carla è andata via per sempre, vero?».
Dalla sua espressione desolata ebbi la conferma del mio timore.
«Eh, speriamo di no. Qui si sta bene; la gente torna sempre. Tu non sei forse tornata dopo la prima volta?».
«Sì».
«Sai perché abbiamo dato questo nome alla trattoria? Qui la gente viene quando si stanca di stare al centro del mondo e ha bisogno di un angolo sempre uguale in cui tornare ogni volta diverso».
«Ma sì, magari torna, anche se diversa. Buona notte».  
(tratto da Chiuditi sesamo)




Ultimi post

"L'amica geniale" mi ha strappato dal cuore il mio primo romanzo

"L'amica geniale" di Elena Ferrante

I miei due incontri con Dacia Maraini

La terza casa

"Una vita" di Guy De Maupassant: una passeggiata lungo il sentiero della vita

Un superstite

Recensione "I giorni dell'abbandono" di Elena Ferrante (no spoiler)

Sogno di una settimana di fine estate

L'amica austriaca

Cara tremenda nostalgia

I fantasmi delle notti d'estate